VIRTUELLE FACHBIBLIOTHEK GERMANISTIK Germanistik im Netz Logo

Wer-Was-Wo - Detailanzeige

Ergebnisanzeige "Geopoetica e culture di confine in una prospettiva comparativa"
RessourcentypKonferenzen, Tagungen, Kolloquien
TitelGeopoetica e culture di confine in una prospettiva comparativa
BeschreibungGeopoetica e culture di confine in una prospettiva comparativa

(Istituto Italiano di Studi Germanici. Via Calandrelli 23, Rome, Italien
05.-06.12.2011)

La prospettiva geo-centrata nelle ricerche letterarie e culturali degli ultimi anni ha contribuito notevolmente a sviluppare un territorio di confronto tra studiosi di diverse discipline: dalla letteratura alla geografia culturale, dagli studi culturali alla geosemiotica, dalla poetica alla cartografia.

L’impianto teorico si giova delle più recenti ricerche di geopoetica: il termine, portato all’attenzione internazionale da Kenneth White (Le Plateau de l’Albatros, introduction à la géopoétique, essais, Paris, Grasset, 1994; Geopoetics : Place, Culture, World, essay, Glasgow, Alba Editions, 2003) è stato felicemente arricchito di possibilità ermeneutiche da Federico Italiano nel suo Tra miele e pietra. Aspetti di geopoetica in Montale e Celan (Mimesis 2009), che riesce ad affiancare gli studi sulla poetica a una «conscience géographique» (J.-M. Besse) – “quel sapere territoriale che è conoscenza del mondo, della natura e dei suoi processi, e che costituisce sempre più il midollo della moderna produzione poetica” (F.I.).

Forte anche la presenza del pensiero geocritico, in serrato confronto con le teorie raccolte da Bertrand Westphal (Geocritica. Lo spazio tra reale e finzione, Armando Editore 2009): è l’impianto di molte ricerche in corso o concluse nell’ambito del Dottorato in Letterature Comparate dell’Università di Napoli, “L’Orientale” e del progetto europeo “EST” (Europe as a Space of Translation).

Da diversi percorsi, ma con una comune attenzione al rapporto tra spazio, territori mentali e scrittura, si confronteranno in questa sede studiosi di letterature che hanno trovato nei problemi dello spazio geografico, vissuto come centralità o liminarità, momenti determinanti per la loro identità multi o trans culturale (Cipro, Bukowina, Romania, Palestina, Germania, Polonia, Russia, Italia).

Esperti di questioni geo- e cartografiche, geografi e cartografi sul campo, interrogheranno e verranno interrogati, provocati dalla contaminazione poetica, confrontando le proprie ricerche con quelle letterarie.

E infine i poeti: incroceremo le rotte di un altro progetto (“Inventare der Dichtung/Inventari della poesia”), promosso dal Goethe-Institut di Roma in collaborazione con il Lyrik-Kabinett di Monaco di Baviera e l’Accademia tedesca di Villa Massimo. Accanto ai lavori del seminario geopoetico si svolgeranno colloqui e letture berlinesi al Goethe-Institut, con Jan Wagner, Lutz Seiler, Ann Cotten, Monika Rinck, introdotti e moderati da Thresia Prammer e Guido Naschert.

Molti studiosi sono anche traduttori, e daranno voce a versi “di frontiera” come quelli di Czeslaw Milosz e Mahmud Darwish; alcuni dei partecipanti al workshop sono a loro volta poeti: Federico Italiano e Michalìs Pierìs leggeranno nella serata conclusiva le loro opere accanto a quelle interpretate dai traduttori.

Leggere e ascoltare i testi come territori, luoghi di geo-, bio-, eco- e non solo semio- o logo- sfera, o ancora creare cartine dinamiche che non siano mappe positivistiche e descrittive dell’esistente, che non siano “letteratura vista da lontano”, è la sfida di questo appuntamento.

Non si tratta di un convegno in senso tradizionale ma di un laboratorio progettuale: ciascuno dei partecipanti porgerà alla discussione comune il lavoro di ricerca che sta attualmente seguendo per rispondere, da diverse prospettive a due domande:

1. si può parlare di una configurazione geopoetica dei territori di confine, e si possono confrontare diverse poetiche del confine “a est, a ovest, a sud, al centro”?

2. si può cartografare l’immaginario in mappe dinamiche e non descrittive?

Dal dibattito aperto su questi temi cercheremo di varare un progetto di ricerca internazionale di ampio respiro. La sostanza interdisciplinare, non omogenea è intesa come forza di questa iniziativa. Ci faremo guidare da un motto di Ruggiero Romano: “l’unità non consiste nell’essere ‘allineati e coperti’ dietro una bandiera. L’unità è quella che – nella costruzione di un modello – si manifesta di per se stessa. Soprano e tenore, basso e baritono, non sono – in termini vocali – uniti. Quel che conta è la coralità”. (R.R., Paese Italia. Venti secoli d’identità, Donzelli 1997).


“Sapienza” Università di Roma Dipartimento di Studi Europei, Americani e Interculturali


Programma


5 DICEMBRE
ISTITUTO ITALIANO DI STUDI GERMANICI
VILLA SCIARRA-WURTS SUL GIANICOLO
VIA CALANDRELLI, 23 Roma
ORE 9.00-18.00

9.3o: Saluti
LEZIONE SUL CONFINE
Introduce Paola Maria Minucci (“Sapienza” Università di Roma)

10.00 Michalìs Pierìs (Cipro University)
Il confine “eurasiatico” che si inscrive nel corpo dell’isola di Cipro

A EST
Modera Federico Italiano (Wien, Österreichische Akademie der Wissenschaften)

10.45 Monica Lumachi (Napoli/Roma, Progetto EST)
Karl – Emil Franzos, Halb-Asien?

11.15 Pausa caffé

11.30 Dora Rusciano (Università Roma III)
Confine geografico e confine linguistico nella scrittura / traduzione di Rose Ausländer

12.00 Gabriella Lepre (Roma, RadioRai – Cultura)
Herta Müller. Un’intervista ‘di confine

12.30 Francesca Goll (University of Nottingham)
La poetica del paesaggio nelle poesie dell’esilio di Mascha Kaléko

A OVEST
Modera Francesco Fiorentino (Università di Roma III)

16.00 Federico Italiano (Wien, Österreichische Akademie der Wissenschaften)
Tradurre il terrore. Geopoetiche del confine in Cabeza de Vaca e Cormac McCarthy

16.30 Daniel Graziadei (Ludwig-Maximilian-Universität München)
La magia della translatio: il sapere del passaggio frontaliero (in opere scelte di Guillermo Gómez Peña, Alejandro González Iñárritu e Roberto Bolaño)

17.00 Pausa caffé

A SUD
Modera Camilla Miglio (“Sapienza” Università di Roma)

17.15 Simone Sibilio (Roma, LUISS)
Geopoetica della Nakba nella letteratura palestinese

GOETHE-INSTITUT ROM
VIA SAVOIA, 15
ORE 16.15-21.00

GLI INVENTARI DELLA POESIA. VON LISTENGEDICHTEN UND GEDICHTLISTEN

Ore 16.15: Moderano Theresia Prammer e Guido Naschert

Lo spazio della poesia contemporanea nel perimetro degli inventari.
Con Ann Cotten e Monika Rinck
A cura di G. Naschert, T. Prammer e del Goethe-Institut Rom in collaborazione con Accademia Tedesca Villa Massimo e Lyrik-Kabinett München
- evento in lingua tedesca -

PERCORSI BERLINESI
19.30: Modera Theresia Prammer
Lettura con i poeti Ann Cotten, Monika Rinck, Lutz Seiler e Jan Wagner
in occasione della pubblicazione dell’antologia Ricostruzioni, Nuovi poeti di Berlino, Scheiwiller 2011, a cura di Theresia Prammer
- evento in lingua italiana, traduzione consecutiva in tedesco -


6 DICEMBRE

GOETHE-INSTITUT ROM
VIA SAVOIA 15
ORE 9.30-21.00

CENTRO O CERNIERA?
Modera Monica Lumachi (Progetto EST, Napoli-Paris-Wien)

9.30 Luigi Marinelli (“Sapienza” Università di Roma)
La Polonia non esiste. Ancora su centri / periferie / confini…

10.00 Anna Castelli (Viadrina Universität Frankfurt an der Oder)
Tra violazioni e passaggi: figure oltre il confine in letteratura

10.30 Barbara Ronchetti (“Sapienza” Università di Roma)
Pagine di patria “russa”

11.00 Galina Danilovna Murav’eva (Università RGGU, Mosca)
La nozione di ‘popolo’ attraverso i testi italiani (XIV-XXI secolo)

11.30 Pausa caffé

CARTOGRAFIE DELL’IMMAGINARIO
Modera Marco Mastronunzio (Università di Trento)

11.45 Maria Arpaia (Università di Napoli, “L’Orientale”)
Geo-Grafie Immaginarie. Una mappa tra memoria e futuro: Friedrich Hölderlin

12.15 Carmen Gallo (Università di Napoli, “L’Orientale”)
Ai confini del corpo immaginato: cartografie del vecchio e nuovo mondo nella poesia di John Donne

ARTE GEO-GRAFICA
Modera Edoardo Boria (“Sapienza” Università di Roma)

Ore 16.00 Un libro (Geopoetiche. Studi di geografia e letteratura) e una rubrica on-line (Cartografie dell’immaginario).
Con Laura Canali (Roma, “LiMes. Rivista italiana di geopolitica”), Federico Italiano (Wien, Österreichische Akademie der Wissenschaften), Marco Mastronunzio (Università di Trento), Camilla Miglio (“Sapienza” Università di Roma).

ORIENTA-MENTI
Ore 17.00 Moderano Luigi Marinelli (“Sapienza” Università di Roma), Camilla Miglio (“Sapienza” Università di Roma), Federico Italiano (Wien, Österreichische Akademie der Wissenschaften)
Per un nuovo progetto di ricerca transdisciplinare. Discussione plenaria.

A NORD DEL FUTURO
Ore 19.00 Letture geo-poetiche: tre poeti e tre traduttori
Federico Italiano, Daniel Graziadei, Michalìs Pierìs e Paola Maria Minucci, Simone Sibilio (traduce Mahmud Darwish), Luigi Marinelli (traduce Czeslaw Milosz)

COMITATO SCIENTIFICO
Camilla Miglio (responsabile della ricerca), Federico Italiano, Monica Lumachi, Luigi Marinelli, Paola Maria Minucci, Barbara Ronchetti

SEGRETERIA
Paola Sbrighi
geopoetica.confine@gmail.com

MANIFESTAZIONE ORGANIZZATA CON I FONDI D’ATENEO 2011
“Sapienza” Università di Roma Dipartimento di Studi Europei, Americani e Interculturali

IN COLLABORAZIONE CON

Istituto Italiano di Studi Germanici
Goethe-Institut Rom
Accademia Tedesca – Villa Massimo
liMes. Rivista Italiana di Geopolitica
Dottorato di Ricerca in Letterature Comparate, Università di Napoli, “L’Orientale”
Ambasciata di Cipro
“Centro Studi Italiani” Università Statale Russa di Studi Umanistici (RGGU), Mosca


Contatti
RESPONSABILE SCIENTIFICO:
Camilla Miglio
camilla.miglio@uniroma1.it
SEGRETERIA ORGANIZZATIVA:
Paola Sbrighi
geopoetica.confine@gmail.com

Web:
http://geopoeticaeconfine.wordpress.com/

Quelle der BeschreibungInformation des Anbieters
Internetadressehttp://geopoeticaeconfine.wordpress.com/
Verknüpfte Ressourcehttp://h-net.msu.edu/cgi-bin/logbrowse.pl?trx=vx&list=H-Germanistik&mo...
VeranstaltungsortRom
Beginn05.12.2011
Ende06.12.2001
KontaktdatenName/Institution: “Sapienza” Università di Roma Dipartimento di Studi Europei, Americani e Interculturali 
Stadt: Roma 
LandItalien
BenutzerführungItalienisch
SchlüsselbegriffeKomparatistik (Kulturvergleich, Interkulturelle Literaturwissenschaft)
Zusätzliches SuchwortGeopoetik
Klassifikation03.00.00 Literaturwissenschaft
Ediert von  H-Germanistik
Ein Angebot vonGermanistik im Netz
URL dieses Wer-Was-Wo-Datensatzeshttp://www.germanistik-im-netz.de/wer-was-wo/23260

© Virtuelle Fachbibliothek Germanistik | Letzte Änderung 01.12.2011 | Impressum | Intern